Quali precauzioni extra stai prendendo tu o la tua famiglia per essere sicuri di non essere infettati dal coronavirus?


Risposta 1:

Raccomandazioni standard dell'OMS

per il pubblico in generale ridurre l'esposizione e la trasmissione di una serie di malattie sono le seguenti, tra cui l'igiene delle mani e delle vie respiratorie e le pratiche alimentari sicure:

Pulire frequentemente le mani usando un detergente a base di alcool o acqua e sapone;

Quando si tossisce e si starnutisce, coprire la bocca e il naso con il gomito o il tessuto flesso - gettare via immediatamente il tessuto e lavarsi le mani;

Evitare il contatto ravvicinato con chiunque abbia la febbre e la tosse;

In caso di febbre, tosse e difficoltà respiratorie, consultare immediatamente un medico e condividere la storia di viaggio precedente con il proprio medico;

Quando si visitano mercati vivi in ​​aree attualmente in cui si verificano casi di un nuovo coronavirus, evitare il contatto diretto non protetto con animali vivi e superfici a contatto con animali;

Il consumo di prodotti animali crudi o poco cotti dovrebbe essere evitato. Carne cruda, latte o organi animali devono essere maneggiati con cura, per evitare la contaminazione incrociata con cibi crudi, come da buone pratiche di sicurezza alimentare.

Come viaggiare in sicurezza?

Seguire le precauzioni standard e semplici elencate di seguito per proteggersi dall'infezione durante il viaggio.

(Risorsa da CGTN, 23 gennaio 2020,

Coronavirus: come viaggiare in sicurezza

)

1) Pratica una buona igiene personale per prevenire eventuali malattie respiratorie.

2) Lavaggio frequente delle mani, soprattutto dopo il contatto diretto con persone malate o il loro ambiente.

3) Evitare di toccare il viso con le mani non lavate

4) Assicurati che il cibo che mangi sia completamente cotto e provenga da fonti regolamentate.

5) Evitare il contatto non protetto con la fattoria o animali selvatici.

6) Tieni d'occhio i sintomi nel tuo corpo se contatti con persone che hanno patologie respiratorie.

7) In caso di sintomi, consultare un medico per un consiglio.