Potrebbe essere possibile che le persone abbiano effettivamente avuto il coronavirus e non l'influenza quest'anno? Il coronavirus si manifesterebbe come influenza quando testano l'influenza?


Risposta 1:

Sì, è possibile che alcune persone abbiano effettivamente manifestato sintomi lievi che avevano il coronavirus ma non sono mai andati da un medico per essere controllati con quello che avevano. Tutto quello che uno dovrebbe fare è prima di tutto, isolare l'RNA dell'ospite, in questo caso, l'individuo sospetto che è malato di coronavirus. Dopo l'isolamento dell'RNA totale dal campione del paziente, gli scienziati possono ora testare la presenza dell'RNA virale del coronavirus nel campione del paziente. Se l'individuo sospetto è infetto dal coronavirus, ci si aspetterebbe che l'RNA virale del coronavirus sia presente nell'RNA totale dell'individuo. Non ci si aspetterebbe la presenza di RNA virale dell'influenza nel campione se avessero il coronavirus o viceversa, non ci si aspetterebbe la presenza di RNA virale del coronavirus se l'individuo fosse stato infettato dall'influenza. Se l'individuo non ha né il coronavirus né l'influenza, allora nessun RNA virale sarebbe presente nel campione del paziente.

Gli scienziati possono progettare primer specifici e sonde fluorescenti per rilevare la presenza di RNA virale del coronavirus in un campione di paziente utilizzando un test molecolare chiamato reazione a catena della polimerasi a trascrizione inversa in tempo reale (rRT-PCR). Dopo l'isolamento dell'RNA totale, l'RNA totale viene trascritto inverso nel DNA usando un enzima chiamato trascrittasi inversa per convertire l'RNA in DNA per condurre la PCR. Poiché il DNA virale dell'influenza (in seguito alla trascrizione inversa) è geneticamente distinto dal coronavirus, il primer non si lega al DNA virale dell'influenza. Pertanto, il DNA virale dell'influenza NON verrebbe amplificato dopo la PCR, con conseguente assenza di fluorescenza nel campione del paziente dopo aver condotto la rRT-PCR. Riceverai un segnale fluorescente solo se il DNA virale (dopo la trascrizione inversa) viene amplificato mediante PCR, che è quello che ti aspetteresti se l'individuo fosse infetto dal coronavirus poiché il primer si legherebbe al DNA virale del coronavirus (dopo la trascrizione inversa) a ottenere amplificazione e fluorescenza di successo dopo aver condotto la PCR. Spero che tutto abbia un senso.


Risposta 2:

Molto improbabile Il test per l'influenza è specifico per l'ifluenza, quindi sarebbe negativo se si dispone del Coronavirus. Se ci fossero decessi che sembravano virali, ma non erano risultati positivi all'influenza, i dottori avrebbero esaminato il tessuto polmonare per determinare la causa della morte. Ciò è probabilmente simile al modo in cui hanno identificato inizialmente il coronavirus in Cina.


Risposta 3:

Due domande, due risposte:

  • È del tutto possibile che nel quarto trimestre del 2019, c'erano persone in Cina che avevano COVID-19 ma a cui non era stata diagnosticata o che avevano l'influenza. Perché? Poiché i sintomi sono simili, la maggior parte delle persone con influenza in Cina non vanno dal dottore (generalmente vanno dal dottore solo quando non riescono a prendersi cura di se stesse) e nessuno ne moriva presto. Fu solo dopo che le persone iniziarono a morire e furono sottoposti a campionamento dei tessuti che i funzionari sanitari di Wuhan riconobbero un nuovo virus.
  • Il coronavirus si manifesterebbe come influenza quando testano l'influenza? NO, test totalmente diversi. Un test antinfluenzale sarebbe negativo, ma potresti comunque avere polmonite o raffreddore e bronchite grave o COVID-19.