L'India potrebbe contenere un focolaio di coronavirus?


Risposta 1:

La nazione ha confermato solo tre casi, mentre il governo indiano afferma che 23.531 persone sono sotto osservazione. La vicina Sri Lanka ha riportato un'infezione, mentre il Pakistan ha rivelato i suoi primi pazienti questa settimana: due viaggiatori che erano tornati separatamente dall'Iran, uno dei quali era stato in tournée con 28 persone.

Mentre i numeri dell'India sembrano minuscoli rispetto a una popolazione di 1,3 miliardi, l'Organizzazione mondiale della sanità ha avvertito che nuovi casi stanno comparendo più rapidamente al di fuori della Cina rispetto a quelli all'interno del paese in cui il virus ha avuto origine. La scoperta negli Stati Uniti di un caso senza legami con un focolaio noto ha sollevato la preoccupazione che un'emergenza simile in un paese così densamente popolato come l'India potesse rapidamente travolgere il sistema sanitario cronicamente sottofinanziato.

"È già qui, hanno rilevato alcuni casi e se inizia a diffondersi vedrai un'evoluzione molto rapida", ha affermato Kasisomayajula Viswanath, professore alla TH Chan School of Public Health di Harvard. “Al momento sono in grado di controllarlo, monitorarlo e trattarlo in modo efficace. Ma se si sta diffondendo insieme ad altre malattie contagiose che sono già qui, allora diventa una questione di notevole preoccupazione. "

A parte le sue enormi dimensioni, l'India è motivo di particolare preoccupazione a causa della densità della sua popolazione: 420 persone vivono su ogni chilometro quadrato (circa 0,4 di un miglio quadrato), rispetto a 148 per chilometro quadrato in Cina. Luoghi come la baraccopoli di Dharavi di Mumbai, o persino una tipica famiglia indiana che contiene famiglie allargate, possono facilitare il contatto con goccioline portatrici di virus emesse respirando, parlando, tossendo o starnutendo.

Il Pakistan e il Bangladesh sembrano ancora più esposti del loro più grande vicino dell'Asia meridionale. I due spendono meno per l'assistenza sanitaria rispetto all'India e ognuno ha una serie di punti di ingresso da paesi in cui le epidemie sono in aumento.

Il primo caso del Pakistan sembra provenire dal vicino Iran, che è emerso come il centro dell'epidemia in Medio Oriente, con almeno 245 casi confermati e 26 morti. Il Pakistan ha sospeso tutti i voli per la Cina, il Giappone e ora l'Iran. Come il Bangladesh, il Pakistan ha rifiutato di evacuare gli studenti bloccati in Cina. Il Bangladesh ha estratto 312 cittadini da Wuhan, l'origine del virus, tenendoli in quarantena nei campi fuori Dhaka per 14 giorni.

Lavoratori rurali

Come la Cina, l'India ha un alto tasso di migrazione interna. Nel censimento del 2011, 450 milioni di persone si sono spostate da un'area all'altra in cerca di opportunità. Molti si spostano quotidianamente dai loro villaggi per lavorare nelle città. Ciò potrebbe rendere più difficile contenere un focolaio in una località, come la Cina ha tentato di fare bloccando l'intero stato di Hubei.

"Questo non è davvero possibile in India", ha dichiarato Vivekanand Jha, direttore esecutivo del George Institute for Global Health, India, a Nuova Delhi. "Gli indiani, se sono infetti, hanno molte più probabilità di rimanere in circolazione e potenzialmente entrano in contatto con individui non infetti in qualsiasi parte del mondo possano essere".

Un focolaio su larga scala metterà a dura prova l'economia dell'India, che è molto più piccola di quella cinese e dove quest'anno la crescita è sulla buona strada per essere la più debole in più di un decennio.

La spesa sanitaria del Paese è tra le più basse al mondo - solo il 3,7% del prodotto interno lordo. Ciò ha lasciato l'India con un mosaico di ospedali pubblici sovraffollati e privati ​​che sono inaccessibili per molte persone.

Viaggiatori proiettati

Il ministro della sanità indiano Harsh Vardhan ha dichiarato di essere "estremamente orgoglioso" della risposta del suo paese finora al contenimento del virus, che include input delle forze armate, della compagnia aerea nazionale Air India e delle ambasciate all'estero. Le autorità hanno controllato i viaggiatori negli aeroporti, porti marittimi e valichi di frontiera. Dice che i tre casi confermati, tutti scoperti nello stato meridionale del Kerala, sono stati tutti dimessi dall'ospedale.

Tuttavia, Padmanesan Narasimhan, professore di sanità pubblica presso l'Università del Nuovo Galles del Sud, che ha lavorato sul controllo della tubercolosi in India, ha affermato che le possibilità che la malattia si diffonda in India sono elevate.

"A causa della migrazione interna, della densità di popolazione e del limitato accesso alle infrastrutture sanitarie, ciò rappresenterebbe una grande sfida in India", ha affermato.

Competenza sulle malattie

Un'area in cui l'India e i suoi vicini dell'Asia meridionale possono avere un vantaggio rispetto ai luoghi in cui il coronavirus si sta già diffondendo è il tempo. I coronavirus di ogni tipo tendono a viaggiare meglio in climi più freschi e asciutti - è per questo che la stagione influenzale è in inverno - e con l'avvicinarsi dell'estate del subcontinente, il caldo soffocante può finire anche per eliminare il virus.

Inoltre, mentre i sistemi sanitari in tutta la regione sono sottofinanziati, hanno esperienza nella lotta alle malattie infettive, data la prevalenza di malaria, dengue e tubercolosi. Le economie più ricche, da Hong Kong all'Italia al Giappone, hanno lottato per reprimere la diffusione del virus.

"Se arriva qui, sicuramente è motivo di preoccupazione a causa della densità della popolazione e della sua vastità", ha dichiarato Viswanath di Harvard. “D'altra parte, sembra che non siamo stati in grado di fare un buon lavoro a livello globale. Neanche io ho una grandissima fiducia in altri sistemi. "


Risposta 2:

Se per contenimento intendi che possono essere bloccati lontano dalla civiltà, allora la risposta è sì, ma se intendi combatterlo in modo efficace, allora la mia amica risposta è no perché fino ad ora non esiste un vaccino adeguato per questo virus e senza di esso tutto ciò che possiamo fare è impedire che si diffonda e Dio conosce il caos che scatenerà sulle persone e sull'economia.


Risposta 3:

Il virologo Jacob John afferma che l'India farà fatica a gestire un focolaio. "Non abbiamo ancora istituito una gestione della salute del 21 ° secolo ...

Il governo ha affermato di essere fiducioso delle misure adottate per controllare l'epidemia. "Le autorità sanitarie controlleranno e sensibilizzeranno ogni ...

Il caso dell'India potrebbe essere più preoccupante della maggior parte degli altri paesi in caso di epidemia. Il primo motivo è la densità di popolazione: ...

· Guarda come lo scoppio potrebbe avere un impatto sulle industrie indiane e ... Sono stati segnalati casi sospetti di coronavirus in più città come ...

Il caso dell'India potrebbe essere più preoccupante della maggior parte degli altri paesi in caso di epidemia. Il primo motivo è la densità di popolazione ...

Aggiornamenti LIVE sull'epidemia di coronavirus: Presidente del Congresso ... 31 casi confermati di coronavirus sono stati rilevati in India. ... Il Centro dice che prenderà provvedimenti contro l'accumulo di maschere.

Focolaio di coronavirus: Migliaia di persone sospettate di essere venute a contatto con pazienti COVID-19 sono state messe in quarantena ...

Finora l'India è riuscita a controllare, monitorare e curare efficacemente il coronavirus, ma è particolarmente a rischio per una serie di motivi.

Il pavimento isolato conterrà completamente la malattia anche con ... Opportunità di scoppio del coronavirus per l'India per espandere le esportazioni: ...


Risposta 4:

Per contenere la diffusione dell'epidemia di Coronavirus, l'India deve immediatamente mettere in quarantena la città in cui iniziano a comparire più di 5 casi in un giorno del giorno stesso, oltre ad altre misure.

Non c'è altra via d'uscita. Dobbiamo imparare dai cinesi che ne hanno subito le conseguenze.

Paesi come Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Italia, Iran, Spagna, Germania, Corea del Sud, Norvegia, Svezia, Svizzera, Belgio, Austria, Australia, Canada, MSlysia, Grecia, Finlandia, Israele, Czetia, Portgal, Irlanda, Estonia, phillipines, poland, Indonesis, Rusdia, che hanno ignorato questa semplice misura ne subiranno le conseguenze o ne subiranno le conseguenze entro le prossime due settimane.

La perdita di denaro degli affari sarebbe molto inferiore alla conseguenza di non mettere in quarantena la città.

Basta consigliare alle persone di rimanere in quarantena a casa non funziona, se non è forzato. Questo deve essere chiaramente compreso. In India c'è la tendenza di molti a non seguire i consigli del governo.

Misure per il lavaggio degli occhi Misure come la disinfezione degli autobus, i treni locali non funzionano.