Come professionista della salute, puoi spiegare come i virus possono avere così tanti ceppi? L'attuale coronavirus dovrebbe essere nuovo, ma esiste un elenco di un coronavirus umano su una vecchia lattina di Lysol.


Risposta 1:

Ci sono molte razze di cani, eppure un labrador e un bassotto sembrano abbastanza diversi a causa di alcune differenze genetiche causate dall'allevamento e dall'adattamento genetico all'ambiente. Ma tutti sono ancora cani.

I coronavirus sono una famiglia di molti virus. Sono virus simili. Una razza comune di coronavirus provoca un raffreddore. Chiamiamola quella razza di barboncino giocattolo. La nuova generazione di virus corona proveniente dalla Cina è più simile a un virus di toro corona. Entrambi sono coronavirus, solo razze diverse.

Mi scuso con gli appassionati di pittbull là fuori. Forse tutta questa nuova generazione di bisogni della corona è un po 'd'amore, e quindi sarà un bug coccole. Ma ne dubito. Tenterà di ucciderti.

Sì, puoi usare il tuo spray al lisolo. Anche candeggina e alcool. Questi uccideranno i virus.


Risposta 2:

I virus si replicano in diversi modi a seconda della specie. La versione rapida è: l'infettività dipende da una serie di fattori come le proteine ​​di superficie espresse dal virus. La struttura di queste proteine ​​è determinata dai geni del virus, i cambiamenti in questi segmenti del gene comportano cambiamenti a queste proteine ​​di superficie, influenzando ciò a cui sono in grado di legarsi.

.

Spostamento antigenico

è un processo mediante il quale più ceppi di un virus possono combinarsi per formare un nuovo sottotipo, formando un nuovo tipo di antigene di superficie. Questo è un tipo specifico di

riassortimento

(vedi sotto).

Deriva antigenica

descrive una mutazione naturale nel tempo osservata nei ceppi di influenza. In questo processo, si accumulano mutazioni graduali (vedi sotto) che

lentamente

(durante molte fasi di progenie) con conseguente modifica degli antigeni di superficie del virus. Indipendentemente da ciò, ci sono un paio di modi in cui possono formarsi nuovi ceppi dello stesso virus:

Mutazione:

Durante la replicazione c'è la possibilità che si verifichino mutazioni casuali. Quando i virus formano copie di se stessi, le copie potrebbero non essere tutte esattamente simili all'originale.

riassortimento:

Alcuni virus, come il virus dell'influenza (virus influenzale) o il rotavirus, possono creare ceppi di riassortimento. Ciò si verifica quando due diversi ceppi di influenza infettano la stessa cellula. Durante la divisione, i geni di questi due ceppi possono mescolarsi insieme, risultando in un ceppo del tutto nuovo. Ecco come può verificarsi una pandemia di influenza.

Attualmente, credo che la causa del nuovo coronavirus sia sconosciuta. In particolare, questa è la stessa famiglia (betacoronavirus) di SARS-CoV. Mentre il nuovo coronavirus esiste in un clade distinto, lo sfondo della SARS può offrire alcune informazioni sul 2019-nCoV (romanzo coronavirus).


Risposta 3:

Proprio come ci sono molti ceppi di uccelli, insetti o batteri, non c'è motivo per cui i virus non abbiano molti ceppi. I virus e le creature viventi speculeranno e si svilupperanno per adattarsi alle nicchie ambientali che possono supportarle con la minima quantità di competizione. Il coronavirus è in realtà un folto gruppo di virus simili ma specificamente diversi. Esistono virus che attaccano determinate piante o animali o esseri umani, ma non altre piante o animali o esseri umani.

Non importa se i virus mutano o ci sono solo molti tipi (ceppi) che non conosciamo. Probabilmente ci sarà sempre un nuovo ceppo virale a causare problemi.


Risposta 4:

Scott Lu ha fornito un'ottima risposta. Vorrei solo aggiungere che:

2019-nCoV si unisce ai quattro coronavirus che ora circolano nelle persone. ... Due di loro, OC43 e 229E, furono scoperti negli anni '60, ma circolavano nelle mucche e nei pipistrelli, rispettivamente, per secoli. Gli altri, HKU1 e NL63, sono stati scoperti dopo l'epidemia di SARS del 2003-2004, anche dopo la circolazione negli animali. Non si sa da quanto tempo esistessero nelle persone prima che gli scienziati se ne accorgessero, ma da quando sono passati dagli animali alle persone prima dell'era della virologia, non si sa se quel salto iniziale abbia scatenato una malattia diffusa. […] OC43 e 229E sono più diffusi rispetto ad altri coronavirus umani endemici, specialmente nei bambini e negli anziani. Insieme, i quattro sono responsabili di circa un quarto di tutti i raffreddori.

Ecco perché potresti trovare un coronavirus umano elencato su una vecchia lattina di Lysol. È un riferimento a quei virus noti.