Gli aeroporti del Regno Unito stanno pianificando lo screening del coronavirus?


Risposta 1:

Attualmente sembra molto probabile che si diffonderà nel Regno Unito, certamente non siamo riusciti a impedire l'arrivo dell'influenza suina. Tuttavia, non è così facile diffondersi al momento come l'influenza suina e il coronovirus molto più contagioso nell'epidemia di SARS del 2003 è stato, sorprendentemente, eliminato prima che si diffondesse in tutto il mondo.

In questa fase il 25.01.20, non mi farei prendere dal panico in relazione al virus, ma continuerei a monitorare gli sviluppi e mi assicurerei di avere un sacco di handsanitser e di evitare di toccare il più possibile le cose in pubblico o in altre persone e lavarsi le mani ogni volta che era inevitabile. È molto importante in un'epidemia che l'economia continui a muoversi poiché ne avremo bisogno per funzionare per curare le persone colpite e anche per garantire che la situazione non sia aggravata da un'economia in stallo e da una catena di approvvigionamento.

Quindi, in sostanza, mantieni la calma, vai avanti, ma monitora gli sviluppi e prendi le precauzioni di base.


Risposta 2:

È

non è possibile controllare i virus

negli aeroporti. I virus possono essere rilevati solo prelevando un campione di sangue e inviandolo a un laboratorio in cui è possibile verificare la presenza di anticorpi per quel virus specifico o proteine ​​univoche per quel virus, in entrambi i casi è coinvolto un laboratorio.

Gli aeroporti non sono attrezzati per prelevare campioni di sangue da centinaia di migliaia di persone e quindi metterle in quarantena per 24 ore mentre vengono eseguiti i test. L'aeroporto di Heathrow da solo ha fino a un quarto di milione di passeggeri al giorno. Non solo non esiste un laboratorio attrezzato per processare un quarto di milione di campioni di sangue al giorno, puoi immaginare come sarebbe una penna per tenere un quarto di milione di uomini, donne, bambini e neonati, per 24 ore?

È probabile che i migliori aeroporti siano mai in grado di fare

distribuire volantini

ai passeggeri che spiegano quali sono i sintomi del coronavirus, in modo che possano essere riconosciuti rapidamente, e dicendo alle persone il modo migliore per evitarlo (lavarsi le mani, non toccare il viso) e dove ottenere assistenza medica se compaiono i sintomi.